sabato 26 agosto 2017

L'ATTESA di PATRIZIA CALZETTA

L'ATTESA
Occhi pieni di paura
mani tremanti
gambe inermi
ogni giorno uguale all'altro
scandito solo dall'attesa degli affetti
voglia di carezze
mondo bambino
pudori ormai persi
passato lontano che diventa presente
vita di ieri che ritorna senza indugi
lamenti cantati senza lacrime
mentire è la parola d'ordine
sorridere con il cuore strizzato
intanto si appresta la notte
porta il suo carico di paura
la signora dell'oblio
tende agguati mortali
sospetto a breve la resa
mi inchino al destino
ma anelo soltanto dolcezza.
©Patrizia Calzetta

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento