sabato 12 agosto 2017

IL MIO TRAMONTO di GIORGIA CASTELLANI

S'attardo' la stella che andava
stupita della lacrima mia
non voleva lasciarla scendere 
ed asciugarla con dolcezza.
Gli dissi " vai rosso sole non ti preoccupare "
ho da sciogliere un magone
devo straripare questo fiume
che m' opprime."
Vai, a consolare un'altro cuore
resto qui finché ti vedrò sparire
e se un vento freddo arriverà
m'abbraccero' al sale.
Questo profumo che viene
mi basterà a curar lo squarcio
vedi già più non sanguina
sale che cicatrizza il male.
S'attardo' ancora un istante
e poi sorrise
sulle mie calde lacrime.
Immagine di Ferdinando Calabrò 
@ copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento