mercoledì 2 agosto 2017

GIOCONDA OLIANO

Amai ancora
Non fu colpa mia
se amai ancora
Non cercai quell'amore
sbattatuta tra vele bianche
di speranza
volli crederci.
Mani forate dalla vita
mi avvolssero
tra spire di fumo annerito
dal tempo andato
un tempo bugiardo
che scandiva le ore
di un amore fasullo.
Amai ancora
dietro i vetri
di una finestra spalancata
sul nulla
aggrappata a un nodo
mai sciolto
che saliva
saliva stringendo la gola
soffocando parole
arrotolate nel fuoco
fatuo di una bocca
che non aveva colore.
Amai ancora
svegliandomi sola
su un sasso aguzzo
puntato nel petto
che sanguina ancora.
Gioli

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento