mercoledì 2 agosto 2017

CHE POPOLO STRANO di MICHELE MELILLO


In questo popolo strano
Amante delle catene
Che rasentano l'assurdità
E pieno di intrighi e malignità
Dove sembra sia pieno di hacker
E di video virus
E di post segnalati
Che non sono né hacker né virus
In cui ognuno si ritiene il padrone assoluto
E chiunque ciascuno è un fondo perduto
Dove regnano sovrane invidie e gelosie
Nel festival universale delle ipocrisie
Dove tutti dicono io sono io ho fatto
E ti ammazzano dopo aver mangiato nello stesso piatto
In questo popolo strano dove succede questo
Come succede esattamente nella vita
In questo popolo strano
Dove ogni giorno ti ritrovi in mille gruppi senza neanche tu lo sappia
In cui tutti ti dicono ciò che devi e non devi fare
E magari proprio chi mai ha visto nulla di te e neanche gli frega
In questo popolo strano
In cui tutti tramano alle spalle di ognuno
Pieno di falsi abbracci e falsi sorrisi
Dove tutti ti augurano ogni bene
Ma sperano nella tua fine
Eppure anche in questo mondo
Trovi amicizie vere e sincere
E belle persone
Ed una sola di questa fa comunque risplendere il sole in te
In questo popolo strano
Dove se tutti pensassero che siamo briciole d'esistenza
Ci sarebbe più bene e meno male
Ma purtroppo siamo e saremo sempre davvero un popolo strano!
Si riserva ogni uso o utilizzo @copyright di Michele Melillo (in arte Escluso Mortimer)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento