sabato 26 agosto 2017

ANTONELLO VANNI

Mi levo dal talamo soave, 
mai sazio, pieno di te. 
Del tuo sapor che ancora assaporo, 
del tuo odor che ho fatto mio...
Ti porto via, aggrovigliata ai palpiti del cuore,
ove custodisco,
con avidità mai sopita,
la tua essenza.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento