domenica 27 agosto 2017

AMAMI OLTRE IL TEMPO di LUCIANO ZAMPINI

AMAMI OLTRE IL TEMPO
Questa non è la mia terra
neanche la mia guerra
il destino è altra storia
popolazioni sono passate di qua
indossando l'armatura
della vita dura
nella terra troppe buche
lanciano in aria le zolle
nel cielo le scie fischiano
tracciano di rosso quel poco
che resta
della tranquillità persa
strade bianche corrono in libertà
in quella lingua che si riavvolge nella schiuma
del mare in tempesta
all'orizzonte
poche nuvole per coprire il sole
troppo stanco per rinunciare
a un tramonto
implacabile si confonde
con la notte
tingendo di nero
pagine ancora da scrivere
arse dalla sete di cose giuste
gli occhi chiusi
fissano ricordi
dei tempi migliori
quando tutto fioriva
all'alba della primavera
tra ruscello e rugiada
e la penna va da sola
nel'indaco delle parole
questa luna
dalle foglie cadenti
chiede coraggio per vivere
tra questo e l'altro mondo.
©luciano zampini/registrata

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento