venerdì 14 luglio 2017

SOGNI ABORTITI di CESARE MOCEO


A volte i sogni più belli
son fatti dal cuore e dai ricordi
Pensare di ripercorrere a ritroso
lontane strade già calpestate da passi affrettati
a individuare rigeneranti piazzuole
dove fare il pieno di passioni d'autore
con gli occhi del cuore
ad avere accesso alle ragioni
che fluttuano disperse nell'acqua salmastra del Nulla
sogni che m'hanno aiutato
nello scorrer impetuoso del tempo
a viver pensando di recuperare
i momenti perduti
E invece adesso rientrare nel giro dopo una vita di lavoro
è diventata un'esperienza bizzarra
In questo tumulto burrascoso
di emozioni
impregnate delle poche pennellate di chi resiste su frontiere antiche
chiari lamenti delle albe e dei tramonti per la mia presenza
uccidono l'amore per l'aria pura
e la libertà di alzarsi al crepuscolo dell'alba
e tornare al tramonto della sera
fissando là le lancette del mio orologio biologico
Ora che tutte le verità si sono manifestate
sfumando le giornate al suono di note ben conosciute e ripetitive
mi costringo a monologhi urlati
al mio vuoto abisso
e contemplare le briciole
dei miei sogni abortiti.
.
cesaremoceo @
Tutti i diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento