domenica 2 luglio 2017

PUPPILEIN (bambolina) di ALESSANDRA COSTANZO)


VOX ANIMAE IV EDIZIONE SEZIONE A
TARGA PERSONALIZZATA E DIPLOMA D’ONORE (SECONDA CLASSIFICATA)


Mi aspettavi anche quel giorno
su quella stradina verde,
immersa fra le bacche dei ginepri
e i mirtilli rossi,
abbracciata dagli alberi
in un grembo di colori.

Te l’avevo promesso
nel suono di un respiro
quando dolcemente mi sorridevi
e la tua voce calma accarezzava
le ombre del mio viso di bambina.

Puppilein, mi chiamavi,
quando mi tenevi per mano
in quei miei primi passi barcollanti
e il tuo calore era dolce tenerezza
fra quelle orme appena disegnate nella neve
e le guance paffutelle profumate di latte e di biscotti.

Il cielo era di un blu infinito nel tuo scialle profumato
dove si addormentavano i miei baci
fra la polvere dei fiori e l’odore di mele e di cannella.

C’è una piccola pace, oggi, nel bosco,
dove cantano ancora gli usignoli
e le pozzanghere sono specchi che tremano
al rumore leggero dei miei passi
fra le pietre gelate e un nido di stelle cadute dal cuore.

Puppilein, è così dolce l’odore del muschio,
dove la terra rifiorisce nei colori del mio giardino,
e sul filo dell’acqua danziamo il nostro ultimo valzer.

Grossmutter, non si fermerà qui la tua anima,
rifiorirà ogni mattino fra le gocce eterne di rugiada,
rinascerà nei gerani che curavi con amore
sul davanzale tirato a lucido dalle tue mani laboriose
dove ogni ruga era un gradino su cui fermarsi a riposare.

Mi aspettavi anche quel giorno.
Te l’avevo promesso, ma non c’ero.
La processione intonava un dolce canto,
un suono che s’ode ancora poggiando l’orecchio
sulla terra bagnata del bosco
dove le radici rinascono a nuova vita
e il fiume scorre silenzioso
a coprire il suono della tua voce che adesso sfiora il nulla.

Motivazione: Accorato il ricordo di un’infanzia e dell’amore ricevuto. Lodevole questa poesia che ci riporta odori e sensazioni quasi a viverle nel presente, descritte con un’eleganza che primeggia in tutti i versi.

Paola Bosca


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento