lunedì 3 luglio 2017

PASSO A DUE (ai nostri 37 anni) di LUCIANO ZAMPINI



Ho infilato passi "serrati"
come ombre 
tra le tue andate
ho calpestato le tue orme
come sentiero di vita
come la puntina di un grammofono
scorro il "solco"
dell'antico vinile
e mi sento un aviatore 
che prende e lancia melodie
nell'aria riempiendole di note
in questo saliscendi 
di corde "vocali"
il "do" di petto lo sento tutto
mi gonfia il cuore
e ti penso nei giorni trascorsi
negli anni pieni di noi
in ogni momento goduto o sofferto
come marines impegnati
in questa "lotta" di vita vissuta
come le "flessioni" dei salici
ci siamo piegati al volere del tempo
oggi "ricordiamo" la linfa del passato
e affondiamo radici 
in questa "terra" pronta a nuovi germogli
siamo e percorriamo il volere
nato ieri, vissuto oggi
e lanciato al domani
passi a due 
fatti come esploratori
su un ponte di "sapori"
diretti verso gioie
ancora da scoprire
così i giorni scorrono 
e hanno inciso questo libro 
con capitoli ormai chiusi
e nuovi da scriverne ancora
di certo c'era solo la copertina
in quel reciproco "si lo voglio"
e tu sei la mia donna
compagna di un viaggio
ancora da completare
in questa vita speciale
nell'infinito c'è la nostra storia
che ci vedrà solcare nuove onde 
come le tempeste passate
far tacere l'amore 
equivale 
a far tacere la vita.
L.Z. ciao mondo 
©luciano zampini/registrata
Luciano Zampini

1 commento:

Lascia il tuo commento