mercoledì 19 luglio 2017

IL SILENZIO DELL'ANIMA di PAOLA BOSCA



Sono tornata a te
con le ossa impregnate dall'eco
ti cercavo nei volti dei passanti
nel puzzo del vino di un vagabondo rannicchiato sulla schiena dei marciapiedi
negli amplessi passeggeri di una lucciola.
Ti cercavo nel battito della stella
domande senza effetto ad una luna stanca di ascoltare
quando da bambina, mia nonna mi raccontava di te 
ed io baciavo quella croce fredda senza effetto
e cedevo al sorriso supplichevole di benedizioni.
Sono tornata a te
perchè il tuo silenzio era impiccato alla gola
il buio rabbioso cavava veleno da un'anima inquieta
e rivoli di sangue scendevano dalle persiane serrate
mancavi.
Mancavi allo sguardo fermo ad un passo dall'altare
quel giorno sulle pallide labbra di mio padre
e in quel maledetto brivido che piegava le ginocchia
nel rosario stretto alla parola
nelle notti negate all'amore.
Sono tornata nuda ad invocare il tuo nome.
© Paola Bosca/registrata

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento