lunedì 17 luglio 2017

BACIAMI PER ULTIMO di PAOLA BOSCA

Dannato sia il vento che sparse i resti di noi in una lacrima
un addio soffia nel cuore l'ultimo sguardo
premi la mano sul petto per non lasciarlo morire
e affondi nella memoria il sorriso.
Di te riaffiora il passo svelto verso il cuore
l'abbraccio che acquietava il canto libero
erano radici i robusti rami per una gitana
-Baciami per ultimo e per sempre- invocavi
e la lingua anelava le origini.
Smaniava il capriccio di altri cieli
volgevo il volto all'ignoto
stringevi allora più forte la mano
e più intenso diveniva il desiderio di andare.
La luna è avida di amanti
come vampiro succhia sapori e umori
cadi nel mistero di fallaci amori
corteggiata dall'in[canto]
Dannato sia il vento che giocò con i resti della sottana
un addio è eco di ritorno nello sguardo struggente
premi la mano nel petto per vivere ancora una volta
e affondi nel vuoto che resta.
-Baciami per ultimo e per sempre- restami nell'anima.
©paola bosca/registrata
immagine web

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento