martedì 25 luglio 2017

RINA SARCONE


Ascolta il mio canto
di sirena disperata
Tu Dio del mare
amico fedele
compagno di sempre
complice di mille segreti
Mi hai fatto sognare
nei rossi tramonti
deliziata con albe divine
nei giochi d'orizzonti
dove tuffavo inquietudini
e incertezze dell'anima mia...
Hai portato via
come un ladro
la parte più vera di me
il mio bambino
nel vigore dei suoi anni
risucchiato dalla tua forza
Un dolore peggiore
non avrei pensato
non lasciarlo inerme
nei tuoi fondali
cullalo tra le onde
delle maree
e nelle acque materne
a me ritorna...
@Rina S.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento