sabato 13 maggio 2017

STANCA SERA di GIORGIA CASTELLANI

Non mi resta che sgombrar la testa
dai mille perché, dalle ombre nere
di questo giorno che finalmente 
accosta le imposte.
Mi rifugio in fresche vesti
ritemprando il corpo
se ne vanno piano
come coriandoli i residui
aprendo il cuore.
E la notte m'appare gentile
nello scandire il tempo
anche il cinguettio s'acquieta
tra le braccia verdi si riposa.
Eccomi di nuovo viva
a cercare un timido abbraccio
non credevo che
potesse darmi sollievo.
@ copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento