lunedì 1 maggio 2017

POI ARRIVA MAGGIO di MARTA GIACCAGLIA

con le sue gemme
e i suoi fiori
con tutti gli smeraldi
i magenta e i suoi odori.
Una ghirlanda sulla terra adagiata
intreccia prati invitanti
fresche ombre
profumi inebrianti.
Mille margherite
sparse in ogni dove
il ronzio delle api
tutto e nulla si muove.
Canta il ruscello
un motivetto sfizioso
mentre score argenteo
lungo un sentiero erboso.
Chiusi gli occhi
vado a conservare
l'immagine del tripudio
nella natura il suo altare.
Domani
ci penseremo
domani
faremo.
Ogni primo di Maggio me lo prometto.
Marta Giaccaglia

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento