domenica 7 maggio 2017

I VECCHI di ANTONELLA CALVANI




I vecchi son l'essenza del passato,
all'ombra di ricordi bruciano il presente
seduti su panchine tiepide di sole.
Noccute mani stringono rosari
nei giorni estivi al fresco delle chiese
per dar ristoro all'anima
che cerca un po' di pace.
Gli occhi appannati
dagli affanni della vita,
a capo chino soffiano sospiri,
piume di vento
a sfiorar rughe e acciacchi.
Con pochi spiccioli
comprano dolcezze
per procurarsi amore
e accendono sul viso
sorrisi effimeri
di gioia ormai perduta.
Come bambini sognano
d'un tempo che è già andato
e infilano collane
con perle di saggezza.
Profumano d'antico,
di talco e di lavanda
e brillano d'argento
in consumate notti
di veglia e di preghiere.
I vecchi che non hanno più futuro
intessono le trame del domani
portando in dono vasi colmi
di tenerezza
intrisa di memorie e nostalgia. AC
(da Sogno d'infinito)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento