martedì 30 maggio 2017

COLORI di OTELLO SEMITI

Nascosti nelle pagine deserte di libri inusueti
poggiati alla rinfusa in languidi scaffali,
sdruciti,
capaci son di far dimenticare
quel pallido sentore di vite non menzionate.
Colori distanti come giovani amanti
che mai sapran capire il senso dell'amore.
Colori son divisi, eppure tanto eguali
come se fosse un dovere essere speciale.
Ma non serve volare per disegnare un poco
basta capire di desiderare
quello che ci aiuta ad essere normale.
Colori che nascondono quel piccolo pudore
poi l'emozione li fa trasalire
il gesto di un bambino,
di un povero animale,
di quel pennello che si accinge a creare.
Il dopo,il poi,il mentore, il magico profumo,
dove sorride un arcobaleno.
Usciti dal tempo son nel vento
ogni scaffale è spento
nei libri son nascoste le parole
adagio il tempo trasale
ogni colore oggi ha sapore e lascia un breve torpore.

...29/05/2017...l'otello...sem...

4 commenti:

  1. Il torpore lo si elimina uscendo dagli schemi e raggiungere la persona con chi veramente si è connessi nell'anima,cercala,inseguila...

    RispondiElimina
  2. Non spegnere tutto,riprenditi l'emozioni e quei colori che hai riposto negli scaffali,non accontentarti,sei speciale lo sento.

    RispondiElimina
  3. Il torpore lo si elimina uscendo dagli schemi e raggiungere la persona con chi veramente si è connessi nell'anima,cercala,inseguila...

    RispondiElimina

Lascia il tuo commento