martedì 23 maggio 2017

ANTONELLO VANNI

Si volse a ritroso
e vide il futuro,
sedette a riposo,
attese insicuro.
L'anacronismo
che proiettò
il suo cammino,
fu solo iattura
di un mero destino.
Ciò che le genti
leggean come magia
ei già custodiva
tal qual profezia.
Nulla potette se non
rimirar le stelle,
quello che accadde poi,
lo conservò
scritto sulla pelle.

1 commento:

Lascia il tuo commento