venerdì 14 aprile 2017

L'ULTIMA NOTTE DI GESU' di MARIANNA FICI


Quanto dolore quella notte
quando ti portarono via
quelle quindici stazioni
per TE furono un'agonia,
dolorante e sanguinante
sopratutto innocente
abbracciasti quella croce
e non dicesti niente.
Di sangue il tuo viso
era macchiato,
per quella corona di spine
quando re ti hanno incoronato.
Tutto era scritto
tutto si doveva compire,
chi ti seguiva in silenzio
chi gridava il suo dissenso,
sei caduto e ti sei rialzato
sei stato frustato, sputato
da chi non ha capito
che non eri TU il peccato.
Pioggia e vento e si aprì il cielo
TU coperto solo da un telo,
guardasti Maria la madre tua
un'ultima volta
il dolore nel suo viso e l'anima sconvolta,
a Giovanni si aggrappava l'unico che la consolava.
Tra le grida in quella croce spirasti in un secondo
TU Gesù in quell'attimo salvasti il mondo...
MARIANNA FICI - 28-3-2017

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento