domenica 2 aprile 2017

LACRIMA di MARINA MARINI DANZI


Scivola piano
lenta
Brilla nella rotondità' perfetta 
d'acqua trattenuta
di emozione contenuta
sulla tenera guancia
di pelle di pesca
Scorre piano
nobile,algida
preziosa e rara perla
Rotola amara
fin nella crepa aperta
nel ghigno
nella derisione dell'orgoglio
Fuoco nella gola
come tizzone ardente
sembra estinguersi
in un sordo grido di cenere
Ma non si ferma
Incide come leggera lama di rasoio
il delicato seno di seta
neanche una goccia
Brucia come grano di sale
sulla viva pelle del cuore
Un giorno sara' una cicatrice
una medaglia
una lapide senza alcun fiore
Marina Marini Danzi
1/04/2016
foto m.marini danzi
Diritti@riservati foto e testo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento