giovedì 6 aprile 2017

AMICO di ENZO DI GIOVANNI

Mi disse amico mio
non temere ci son io
che sostengo le tue pene
i tuoi mali e le catene .

Lo so questa vita è dura
oltre i mali a dismisura
ma la lotta ti ha forgiato
come acciaio pur temprato .

Quell’acciaio ora affetta
come un arma e baionetta
il tuo tempo e incongruenza
con coraggio e con pazienza .

Io non sarò mai stanco
sarò sempre al tuo fianco
in qualsiasi tua tenzone
con amore e devozione .

E se di nuovo cadrai ferito
sarò ancor più agguerrito
come Achille che pur difese
il suo Patroclo e poi offese .

Se il destino poi ci prende
e le sue nere pire accende
saliremo in cielo felici
come eroi e veri amici .

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento