lunedì 6 marzo 2017

TUFFO NEL PASSATO di FAUSTO MARSEGLIA


Vorrei tornar ad essere bambino
e correre e giocar tra i prati in fiore.
Vorrei tornare al tempo delle mele
per ritrovare il dolce languore
della giovinezza ormai perduta,
sentire ancora i battiti del cuore
che fan soffrire e gioir d’amore.
Vorrei andar ramingo e solitario,
ripercorrer le strade di campagna
che conobbero i tormenti miei
e nell’apparente indifferenza
lenivan le angosce e le ferite,
riscoprire quel camminare lento
a respirar la fresca aria dei campi,
ascoltare i rumor della natura
e scalciare i sassi sul sentiero.
Vorrei incantarmi a vedere il sole
che tramonta dietro la collina
e fa rosse le nuvole nel cielo,
sentire il profumo d’erba battuta
che annunciando l’arrivo della sera
solleva l’anima al divino.
Vorrei tornare a rivedere l’alba,
quando nel cuor nutrivo la speranza
di trovare nel giorno l’emozione
di raggiungere mete ed obiettivi.
Vorrei tornare a sognare il futuro
quando non conoscevo la ventura
e l’amarezza delle delusioni,
quando proteso e pien di speme
guardavo il mondo e ci credevo.
Vorrei tornare indietro e cancellare
i tanti errori fatti nella vita
e riprenderla un poco fra le dita.
(F.M.)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento