giovedì 30 marzo 2017

PRIMAVERA di GIORGIO BISIGNANO




Freme la terra in estasi il suo risveglio
dopo il torpore fioriscon le valli
ai primi raggi del sole di Marzo.
Dolce risveglio dopo lungo sonno.
Errano effluvi lungo le contrade,
un cielo terso inciso da rondini.
Mille colori di fuoco nei campi
i papaveri coloran di rosso.
Candidi fiori anche del biancospino
nei boschi si stagliano là nel verde
Viole e primule colmano i declivi,
raggi dorati : rami di forsizia.
Del risveglio stagione anche per l’uomo,
la primavera nel cuore s’avverte
nel ridestare i sensi in armonia
e nel suo corpo frenesia induce.
Giova bel tempo all’amor in fregola
e al ricrescere del manto terresre.
30-03-2014
Giorgio Bisignano
Dipinto di V. Van Gogh

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento