lunedì 6 marzo 2017

PALMIRA di HORION ENKY

Palmira…
Il vento d’oriente
non profuma più le tue vie
di mirra e incenso,
ma sol di lacrime
che odoran sangue e sale.
Violenza immane
per strappar dall’asta
la tua bandiera onorata,
cosicché divenir uno straccio
bruciato e calpestato,
al calar della sera.
Son solo cumuli di macerie,
le tue millenarie pietre e marmi
che rammentano la tua gloriosa storia.
Sparando con disprezzo,
chi ti odiava ha sfregiato la tua bellezza,
seminando negli occhi dei tuoi figli
morte e miseria.
Non ci son più minareti dove i Muezzin
intonano al tramonto la preghiera,
ma solo un orizzonte che si tinge rosso sangue.
Le ombre del crepuscolare
fan divenir tetra e cupa
la spettrale atmosfera.
Horion Enky

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento