domenica 5 marzo 2017

LA PANCHINA DEL MIO PENSARE di CESARE MOCEO


Respiro
infranto sugli scogli delle stagioni
entrando spesso dentro me
col gracidio strozzato del mio incedere
Seduto la'
sulla panchina del mio pensare
schivo i fulmini feroci di questo vivere
gridando al mondo
con la sgaiataggine del mio Spirito libero e nel calore degli urli
i miei sentimenti
spogliati d'ogni catena
sogni da cui mi risveglio
immerso nel sudore dei rischi di derive annunciate
discese verso l'inferno
che dominano la fantasia
satira amara di versi d'amore
costretti alla periferia del cuore
.
cesaremoceo
proprietà intellettuale riservata
Copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento