martedì 7 marzo 2017

FORSE NON C'È UN PERCHÈ di MICHELE MELILLO



A volte mi chiedo perché
Di certi comportamenti strani
Dettati da chissà che
E che non hanno neanche il senso del perché
Quel volersi mettere sempre in evidenza
E guai a chi non osanna
Questo egocentrismo puro
Che nasconde l’individuo insicuro
Questo continuo bisbigliare
Per non dire malignare
E cercare affiliati
E renderli sempre più ammaliati
Ma forse un perché non c’è
Se purtroppo a molti è comune tal comportamento
Che non riesco a concepire
Non fa parte né del mio essere né del mio vivere
E continuo questo strano danzare
Di queste ore
Come fosse un grande circo
Dimenticandosi che è vita
Ed io come eterno clown
Non perdo il sorriso
E vado avanti deciso
Nel rispettar tutto e tutti comunque
Perché la vita è una sola
Ed è troppo breve
Per non gustarne e goderne le bellezze
Senza farsele rovinare da alcunchè
E continuerò ad esser cosi
Ed a non parlar male neanche di chi parla male di me
Eh si perché nonostante tutto io amo la vita ed anche te
Anche se forse non c’è un perché!
Si riserva ogni uso o utilizzo @copyright di Michele Melillo (in arte Escluso Mortimer)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento