giovedì 23 marzo 2017

ATTESA RITORNO di GIUSEPPE ROMANO




Tardo riflesso
del cielo assopito,
imbruna l'onda 
del mare inquieto.
Granelli di sale
sospinti dal vento
ritornano a imbiancare
il triste tramonto.
S'ode l'eco
nel fitto silenzio,
smania la tristezza
in fluido pianto.
Occhi velati
da un sogno disperso,
avvistato la speranza
nel fondo sommerso.
Affido la lacrima
al cielo commosso,
riflette la fede
per il giorno sottratto.
Luce che risorgi
al fiorir del giorno,
conduci alla via
dell'atteso ritorno.
G.Romano

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento