sabato 11 marzo 2017

ALBA CORRADO




" E che io ti ho donato il cuore
mi sono fidata, infatuata, innamorata
del tuo bel sorriso".
Chiusa quella porta, con il mondo fuori a non guardare
dietro le tende
iniziavano lente le violenze.
Uno schiaffo per una parola fuori posto
ed un bacio poi per il perdono.
- Zitta stupida, che non capisci un cazzo" -
E la testa l'ho abbassata, la lingua morsa
per paura di ritorsioni.
Un chiodo conficcato nel costato
un giro di coltello nell'anima
il sangue che tremava ogni volta
che i passi risuonavano nell'ingresso.
Quel sorriso si è trasformato in ghigno
la carezza in pugno
l'amore... in odio.
Ed il coraggio svanito nella notte
quando tutto prese fuoco
nell'aria solo l'acre odore
della mia carne che bruciava.
***
AlbaCorrado©10/03/2017

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento