martedì 21 marzo 2017

A MIO FRATELLO PIERO di CESARE MOCEO


Ce ne andiamo
passeggiando nella felicità della nostra solitudine
a cercare l'argilla giusta
per purificare i pensieri
e rivestirli dei colori che più amiamo
senza mentire al mondo e a noi stessi
anche nel tormento di scoprire
che quegli abiti non esaltano il nostro incarnare
E vinciamo la sofferenza con l'amore
noi
riflessi negli specchi del vivere
nell'orgoglio di sapere
che nemmeno le rughe
hanno rovinato il fiorire della nostra mente.
cesaremoceo
proprietà intellettuale riservata
Copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento