domenica 26 febbraio 2017

STRAVAGANZA AMMISSIONE di ANTONIO CEDDIA


Avverti di trasformare i desideri,
fatti, solamente, per gli altri,
come fossero un’esclusività,
di quel lato del mondo
privilegiato,
rassegnando,
agli ingannevoli
e condiscendenti sogni,
che abbigliano i semplici
uomini comuni.
È solamente una parvenza,
e ti rendi conto che
è, semplicemente,
un imbroglio,
anche se nella città,
non è facile scoprire,
neanche capire.
Un uomo nella folla
con mille desideri
che stanno addosso,
reclamando ogni ora.
Ma tu sei adulto!
Ma tu sei un capo famiglia!
Ma tu sei responsabile!
Ma tu hai vissuto!
Ma tu stai bene così!
Ma tu, cosa pretendi dalla vita!
Ma tu non sei un ragazzino!
Ma tu, hai già avuto!
Ma tu sei maritato!
Ma tu sei cristiano!
Ma tu devi cedere il passo!
Ma tu sei uno responsabile!
Ma tu, cosa cazzo vuoi!
Non credete, che io me la beva così!
I desideri mi fottono di brutto,
innanzitutto, quando resto solo.
Avverti di trasformare i desideri,
fatti, solamente, per gli altri,
come fossero un’esclusività,
di quel lato del mondo
privilegiato,
rassegnando,
agli ingannevoli
e condiscendenti sogni,
che abbigliano i semplici
uomini comuni.
063223022017n@tby*antonio©eddia*cddntn61p06a662l®

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento