lunedì 27 febbraio 2017

PIOGGIA SUL TETTO di PAOLA BOSCA



Divarichi le mie gambe nel possesso di un orgasmo
Come sei fragile amore
mi si allarga l'animo nel vederti nudo di ogni stella nella notte 
Spengo la luce che allaga la voglia
Ci sono sogni che respirano il vento
e altri che muoiono di vissuto
Di te strinsi negli occhi il sorriso
ma, mai la mia mano cercò la tua
Avresti dovuto ascoltare il canto della civetta
La pioggia divora il tetto di questa casa
e il tuo sguardo muore sul mio fiato stanco di abbracciare
Come sei fragile amore mio smarrito nel buio della tormenta.
© Paola Bosca/registrata

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento