lunedì 2 gennaio 2017

OLOCAUSTO (ANTONELLA MORINI)


La mia mente
viaggia senza meta
non ricordo chi sono
ne da dove vengo.
Rinchiuso
in quattro mura,
senza vedere
la luce del giorno.
Nudo
come verme
attendo
l'ennesima violenza.
Perché
son qua?
Dove riposano
le anime maledette?
Quale colpa
devo espiare?
Sono un uomo
senza volto,
vivo nell'olocausto
in questa mia vita terrena
dove esseri immondi
hanno annientato
la mia memoria.
Solo!
Una voce
risuona come eco
nella mia testa,
-:"mamma!"
Chiedo
al tuo ventre
se m'ha partorito
o gettato
nell'oscurità
dei bambini
non voluti.
Antonella Morini

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento