lunedì 16 gennaio 2017

NELL'ETERNO SPAZIO (MAYA CAU)


Immenso l'azzurro che sopra di me
come manto mi cade addosso
ricoprendo di scuro ogni mio colore.
Tutto diventa buio e tetro intorno,
e l'infinito vuoto non ha diametro,
ne abito, ne mantello, solo una immensa
voragine di cui non si conosce profondità.
Affascinata dall'infinito, taglio con l'immaginario coltello del tempo lo spazio
intorno a me, mi abbandono così alle
correnti dell'ignoto.
Abbagliata dal buio navigo nell'oscuro spazio
e, come particella mi dissolvo nel complesso
creativo senza colore, nelle misteriose
correnti della galassia.
MARIA CAU
D.R.L633/1941

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento