lunedì 2 gennaio 2017

L'ECO DEL SILENZIO (note d'infinito) di ROSAMARIA ALAGNA

Come gocce di rugiada,
cadranno le parole
una dopo l'altra 
in una caverna oscura,
per adunarne il senso.
Come stalattiti,
grovigliano nell' infinito
del mio fiacco pensare.
Assopiti dal tempo,
torneranno incolumi,
quando avrò a chi dirle.
11 Marzo 2016
Rosamaria Alagna
@copyright Diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento