lunedì 23 gennaio 2017

LA MEMORIA DEL CUORE (VINCENZA IACUZZO)


Salgo queste scale con il peso
delle mie giornate stanche
con il peso del mio cuore 
che non sa cosa fare,
se restare o andare,
se vivere ciò che ha
o quello che non ha....
se il cuore mio avesse memoria
saprebbe cosa fare
scappare dall'altra parte
di dove sei tu...
ma il cuore non ricorda
le sofferenze,
li trattiene
il tempo necessario
allo smaltimento
e poi ecco che senti risalire
solo i momenti belli
le emozioni forti,
se il cuore avesse giudizio
saprebbe che ci sono due occhi
che ogni giorno mi guardano
e dipendono da me
che dovrei farmeli bastare,
se tu cuore mio
puoi darmi un po' di tregua
io riuscirei ad arrivare
in cima a queste scale
con la leggerezza di una farfalla.
© Vincenza Iacuzzo
Ho scritto questa sulle corde emozionali
di una cara persona che un giorno
ha aperto il suo cuore a me
 e mi ha ispirato questi versi.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento