martedì 10 gennaio 2017

IL VOLO DELL'ANIMA (ANDREA MICELI)


L'ho vista,
intrepida, rapace,
soggiogava il mio curiosare.
Stendeva le ali sull'impavido volteggio,
rimirava il mondo sottostante,
e sgomenta si chiedeva il perché,
dell'umano sonno.
Lei, fiera come sempre,
lo sguardo ardente,
i suoi artigli lame.
Libera tra i vortici della menzogna,
si recava Maestosa nel suo nido di Luce.
Mostrava a tutti le sue piume,
ma dava a pochi il suo Sapere.
Il Volo dell'Anima,
mi da lo slancio verso il Cielo,
e per questo che non canto in coro.
Meglio stonato,
ma puro,
che stolto a vuoto riempio il mio frinire.
Andrea Miceli
Diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento