domenica 29 gennaio 2017

EXCALIBUR di GIORGIO BISIGNANO


Specchio di un’acqua cheta
tinto d’azzurro e verde
come di donna gli occhi
innamorati persi.
Fermo,tacito guardo
quell’acqua così calma
e fantasia poi corre
s’alza una spada in alto.
Mano di donna tiene
l’elsa gloriosa e sale
sopra la nebbia attende
d’un cavaliere il cuore.
Lascia cavallo e scudo
s’immerge uomo d’arme
per riportare al regno
la sacra spada persa.
S’erge fanciulla e brilla,
Dama del lago, porge
al cavalier la lama,
così rimbomba ancora la leggenda
della Tavola Rotonda antichi eroi.
29-01-2017
Giorgio bisignano
(Foto web)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento