lunedì 2 gennaio 2017

2017 (CONCETTA TARTAGLIA)

Sorride il giovane 
al vecchio 
che in silenzio,
lentamente ,
se ne va.
Un passo e un rumore,
la gioia e la tristezza
vestono un nuovo anno.
Partono e tornano...
si scambiano regali,
inchini e note
danzano nell aria.
Le stelle scendono in Terra
per fare Luce
e i rami crescono verso il cielo
per abbracciare Dio.
Così, l umano e il Divino
si incontrano.
Io mi addormento un poco
e vedo nascere l aurora.
Sono già in viaggio,
lungo il tempo
di un sospiro
arrivo in un giorno:
colorato e in festa.
Nel sogno
di una realtà fantastica
che nn vuole morire,
stringo tra le mani
Il domani .
Concetta Tartaglia

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento