giovedì 15 dicembre 2016

VLADIMIRO BOTTA


Prendo una manciata di brividi e la scaglio verso il cielo.
Ne ricade polvere di stelle che riveste la tua pelle nuda.
Il tuo corpo come ciliegio fiorito si fa accarezzare dal vento.
Espando le mani che diventano rami che avvolgono le tue spalle e i fianchi.
E i tuoi piedi scalzi affondano nell'erba punteggiata dai fiori di ciliegio.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento