martedì 13 dicembre 2016

TRACCE DI VITA (HORION ENKY)


Da un’eternità, inseguo tracce della mia vita,
spesso perdendomi in labirinti di finte speranze,
che mi facevano sprofondare nel mare delle incertezze.
Fortunatamente qualche boa mi è venuta incontro
per salvarmi la vita, indicandomi la via da seguire,
nonostante che, di primo acchito,
mi sembrasse impraticabile
la strada che si frapponeva dinanzi,
tuttavia conduceva a una futura meta,
facendo così perseverare la rincorsa
nel cercare tracce del mio futuro.
Quante vite dovrò vivere ed esperienze fare,
essere sterpaglia e fuoco che brucia la carne,
deserto o mare di sabbia che si sposta nel tempo,
coprendo il passato, oscurandolo ai posteri
e, in certe occasioni, anche a me stesso.
Vil non sarò mai nel pensiero,
seppur mi sia, talune volte, ubriacato di parole,
in compagnia della cattiva sorte.
Continuo a scansare i manichini
che i commercianti del tempo
vogliono far animare con la mia anima.
Lascio scorrere i miei passi come l’acqua d’un fiume,
che si va a riversare nella curiosità,
quella di voler conoscere e sapere
se il futuro è solo un messaggero
o l’approdo a un eterno e intenso piacere.
Horion Enky

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento