mercoledì 7 dicembre 2016

RIBELLIONE (ARAN LUKAS)


Ho guardato fuori
oltre il muro dello sguardo
ed ho trovato solo
anime erranti
colme di dolore
amarezza e delusione
Il luccichio effimero
dei palazzi del potere
illude ogni giorno
con parole vuote
d'ogni significato
Il martellante blaterare
di schermi al plasma
distrae e conquista
Ci tengono al guinzaglio
offrendo promozioni
e buoni sconto
per placare con il niente
la rabbia che ci assale
E noi come cuccioli di cane
lecchiamo la mano
di chi ci bastona
Troppo presi ogni giorno
da una vita sempre più dura
modellata con perizia
da chi ci vuole schiavi
non abbiamo più nemmeno il tempo
per pensare e per reagire
Lobotomizzati
dal nostro quotidiano
rinunciamo non per codardia
ma perchè per sopravvivere
impegnamo ogni attimo che resta
Dovremmo tutti tenderci la mano
e guardarci negli occhi
scavalcando i limiti
imposti da un vivere
che non ripaga più
Lo schieramento ci divide
Dobbiamo andare oltre
abbracciarci e condividere
Solo così forse
riusciremo a vedere
aldilà delle barriere
che ci bloccano lo sguardo
ed a tornare ad essere
finalmente uomini liberi
04 dicembre 2016
© Aran Lukas

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento