mercoledì 7 dicembre 2016

IL CIELO DI WENATCHEE (a mia figlia) di SANTE SERRA




È là, sereno sopra di me
quando infine ti rivedo
per godere a pieno 
della mia stella lontana.
E’ là che le mie nostalgie sostano
mi concedono una tregua,
poi passano e chiedono al sogno
di non interrompersi.
E’ là che mi ritrovo
da padre viaggiatore fra le nuvole
a spegnere la sete di distanza,
nell’inganno di ritrovarti
uguale ai miei ricordi.
È là che ci incontriamo,
alla confluenza dei grandi fiumi
come loro ci abbracciamo,
testimoni i frutteti opulenti
che circondano la città,
fra migliaia di mele scarlatte
dal nome bizzarro,
Honeycrisp, Gala, Ambrosia,
ad alto contenuto di felicità
come saranno soltanto i miei sette
dei trecento cieli azzurri di Wenatchee.
Sante Serra © Diritti riservati
Foto web

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento