domenica 6 novembre 2016

SOLO LA PASSIONE (FILIPPO PASSEO)

Ritagliavo e collezionavo
foto di poeti
che vent’anni non l’avevo.
Ebbi una casa mia,
tappezzai il corridoio con la mia malattia
e la loro più bella poesia.
Le facce però erano già ingiallite,
troppo frastuono di storie sulla voce.
In mano una foto,
quella che sognavo un giorno
di appendere accanto a quei volti.
Nulla è cambiato,
vita alluviona ancora gole…
riccioli tra rovine,
piccoli sandali in fuga per deserti e mari...
Non voglio essere una voce di carta,
senza braccia, mani e semi.
Masturbarsi ornando di parole
le proprie emozioni?
Chi me le compra
per ritrovare la propria anima e vita?
In bella vista
appiccicati ogni giorno al mondo,
formicaio feroce i versi
a ridurre in torsolo di luce umana
la bestialità degli assassini.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento