sabato 26 novembre 2016

PREMONIZIONI (BRUNA CICALA)

“L’orologio del municipio segnava le quattro e venti …” Bruna,inquieta, accese la luce per l’ennesima volta, ma quell’immagine proprio la perseguitava. Non appena si riaddormentava tornava seduta sulla panchina antistante il municipio e, alzando gli occhi, leggeva quell’ora.
Arrivò il mattino . Per la prima volta in ritardo, raggiunse trafelata il piccolo negozio di antiquariato che da venticinque anni costituiva l‘unico amore che la ripagava della mancanza d’amore. Accarezzò alcune tazzine e dimenticò sogno e pranzo.
Bruna corse al bar dietro l’angolo per uno spuntino… Il colpo,violento, la catapultò a terra, accanto alla panchina.
Due braccia, due occhi profondi e un nuovo mondo d’amore inatteso.
L'orologio del municipio segnava le quattro e venti."
(©bru/qualche tempo fa)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento