venerdì 11 novembre 2016

MATILDE MARCUZZO




Al cor
tutto l'amaro
è stato svezzato.
Al suo odore
speme non si comanda
ma di morte
non ricambiata
lo si attarda.
E calano
i tuoi monti
sul tremor de l'alma mista.
E s'alzano
i miei mari
sulle vesti ambigue
che di macchia
han sbiancato
il tuo candore.
È l'unica
mia virtude
che posseggo
il cor pusillanime de la tua vista.
Matilde Marcuzzo (c)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento