mercoledì 2 novembre 2016

LE PORTE DEL TEMPO (CESARE MOCEO)

Nelle notti insonni
grida vivaci mi cullano
canti di gioia
echi soavi invadono l'anima
mentre ombre dorate s'attorcigliano
a cavalcare attimi di sogni
Negli occhi ancora aperti
la notte scorre veloce
tronfia di vertiginose trame mentali
Vorrei larghe ali d'entusiasmo
per abbracciare il mio istinto
alla ricerca della felicità
e crearmi un rifugio segreto
dove tutto possa accompagnarsi ai desideri
tra maestose voglie prive d'ostacoli
e dare libero sfogo alla fantasia
nelle dolci note del cuore
Perdermi nel piacere
di un domani eterno
nel sorriso smagliante dei volti
di chi mi ha donato amore
porto sicuro su cui attraccare
quando navigo oltre le porte del tempo.
.
cesaremoceo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento