mercoledì 16 novembre 2016

IL MARE DEL MIO PAESE (CESARE MOCEO)




Respiro il mio mare d'inverno
ogni istante ogni momento
con le sue onde che s'innalzano
e si sdraiano sui silenzi della sabbia
tra strilli di gabbiani
annebbiati di sale
e refoli di vento
E cammino
abbracciato al mio cuore
sull'acqua a lambirmi
e a ridere ora si ora no
in fondo ai miei piedi
nel suo colore verde
di prezioso smeraldo
col suo canto roco e soave
a intonare tènere melodie
E rallento e mi soffermo
e tendo l'orecchio
preso dall'incanto
di quel gentile suono
a mescere il tuo eccelso nome
incantevole Cefalù
nell'amabile musica
di queste acque eterne
.
cesaremoceo
proprietà intellettuale riservata
copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento