giovedì 17 novembre 2016

COME UN FILO DI SETA (TONINA QUADRI)




Con quelle dita sottili
facevi la treccia
giravi le ciocche e modellavi
come a voler fermare
in quell'intreccio
il tempo che avevi.
Come un filo di seta
legavi i momenti
le grandi occasioni
le gioie.
Con quelle dita sottili
imprigionavi le cose
evitando che cadessero
che si perdessero
imbrigliate in quella treccia
che appariva morbida
nella sua resistenza.
Come un filo di seta
legavi i movimenti
trattenevi i momenti
girando il tempo su sè stesso
per tenerlo ancora con te.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento