lunedì 28 novembre 2016

CHARLES MECCHARLES




Dormi,
dormi non pensare
all'amaro del mio mare.
Dormi,
dormi fai sogni belli
che sian tutti tuoi fratelli.
Inventar
paludosi acquitrini per affogar la realtà,
altri mondi osservar l'incomparabil beltà;
di tutto di più
perchè non c'è niente più!
Dormi,
dormi non pensare
all'amaro del mio mare.
Dormi,
dormi fai sogni belli
che sian tutti tuoi fratelli.
Al mondo veler tener nascosto
l'ignobil fato che sol'io conosco;
bizzarre foll'idee di giustizia
scorrono nel cuor con mestizia …
correre nella neve a piedi nudi
è lo strambo modo d'esser cocciuti!
Dormi,
dormi non pensare
all'amaro del mio mare.
Dormi,
dormi fai sogni belli
che sian tutti tuoi fratelli.
Quando l'inesistente
carpisce l'esistente,
quando il nulla
estorce il tutto,
che altro puoi far
se non accettar?
E s'inventa illusioni
che lentamente trasformano delusioni
in gioiose splendide passioni:
giocar a carte false
con chi la vita ti travolse!
Dormi,
dormi non pensare
all'amaro del mio mare.
Dormi,
dormi fai sogni belli
che sian tutti tuoi fratelli.
Bella partita,
bell'incontro:
sulla gioiosa dipartita
nessun riscontro!
Sempre così,
quando nulla c'è da perdere,
perchè già tutto è consumato,
le genti s'affollano a prendere
quel che per voi non ho usato …
Ma tu …
Dormi,
dormi non pensare
all'amaro del mio mare.
Dormi,
dormi fai sogni belli
che sian tutti tuoi fratelli.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento