venerdì 18 novembre 2016

AMBRA (BRUNA CICALA)

Sarà quel distillato d’armonico silenzio
che nella notte sgocciola ovattato
a liberar le mani con ali un po’ strappate
e districare le foglie tra i capelli.
Sarà che nella scia di stelle mai cadute
sfavilla quell’azzurro nel guizzo di un istante
e ancora torna fonte in cerca del suo mare.
Sarà che l’ambra brucia soffusa nell’essenza,
t’avvolge e ti stravolge e tutto torna niente
su lande addormentate di ataviche memorie.
©bruna cicala/R

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento