venerdì 18 novembre 2016

A MIO PADRE (MAURIZIO MOTARIELLO)


Potessi tornare indietro
Potessi tornare indietro
padre mio,
ti amerei ,
come tu avresti voluto
non come ti ho amato,
potessi tornare indietro
m'inginocchierei ,
mi lascerei accarezzare
i capelli sfatti dal vento,
potessi tornare indietro
caccerei le lacrime
per il tuo addio,
potessi tornare indietro
ti ruberei ogni sorriso,
li stamperei sul mio volto
per farti rivivere in me,
in me che non sei mai andato via,
tu mi stai aspettando
lo so,
sei nella porta accanto,
ascolti le mie preghiere,
strappi le pagine del mio dolore,
tu cancelli la rabbia del passato,
tu mi accendi lo sguardo sul futuro,
tu sei in me ogni istante,
tu parli e sospiri ad ogni mio passo,
tu ridi quando sono triste
per darmi coraggio,
io correro' da te
senza voltarmi
a braccia aperte
come quando da piccolo
dalle sbarre del balcone,
ansioso t'aspettavo per il desio.
Maurizio Motariello
a mio padre Vincenzo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento